CHI SONO

mi occupo di cultura, letteratura e storia tedesca dal 1970, prima come studente, poi come assegnista di ricerca, ricercatore e docente.

(vedi sotto: Lista pubblicazioni, Convegni, congressi e conferenze, Elenco dei corsi)

Alcuni lavori sono consultabili su: https://unige-it.academia.edu/RobertoDePol

Ora è uscita la mia traduzione de L'Anello di Henrich Wittenwiler, poemetto comico-didattico svizzero del 1410 circa che unisce satira e dicassi (vedi Elenco pubblicazioni)

Prossimo lavoro in vista di un convegno a Mosca settembre 2019: La prima traduzione tedesca de La Historia d'Italia di Federico Guicciardini: Gründtliche vnnd wahrhafftige Beschreibung [...], Basel 1574 

 


 

 

lavagna lezioni lingua tedesca principianti (UNITRE)

PROSSIMA LEZIONE (AGGIUNTIVA) Lunedì 29 aprile ore 10-12 Istituto Storia Patria

 

Hausaufgabe

Frasi da tradurre

1. Non mi oriento (sich auskennen) bene in questa città, non vorrei perdermi.

2. Prima di cena (das Abendessen) vorrei riposarmi un poco (ein wenig).

3. Scusi, vorrei lavarmi le mani: dov’è il bagno delle signore (die Damentoilette) / il bagno degli uomini (die Herrentoilette)?

4. Mio marito si riprende dal suo raffreddore.

5. Non vedo l’ora di fare il mio viaggio in Germania ( = mi rallegro …) Vorrei visitare (besichtigen) Berlino e Monaco

6. Mi rallegro della tua visita (der Besuch). Spero che tu ritorni presto (ich hoffe, du kommst bald wieder).

7. Vorrei informarmi della via (der Weg) per la stazione (= alla stazione: compl di moto)

8. Il mio amico si scusa per il ritardo (= per il suo ritardo).

9. La mia amica ha paura del tuo cane (der Hund) che entra ora nella stanza.

10. L’uomo che scende le scale è il mio amico Franz.

 

tradurre dal tedesco

11. Der Ober beeilt sich, den Tisch zu decken: er breitet das Tischtuch aus, legt die Teller auf den Tisch, stellt zwei Gläser vor jeden Teller, legt jedes Messer rechts neben den Teller, jeden Löffel rechts neben das Messer und jede Gabel links neben den Teller.

12. Mein Sohn entschließt sich, nach München mit dem Zug und nicht mit seinem Auto zu fahren.

13. Stellen Sie sich vor, in Deutschland zu wohnen. Sie müssen unbedingt (assolutamente) Deutsch verstehen.

14. Meine Tochter sollte sich auf die deutsche Sprache konzentrieren, weigert sich aber, nach Deutschland zu fahren, so kann sie ihre Aussprache nicht verbessern.

15. Ich wohne in Mailand, sehne mich aber nach Genua. So fahre ich oft (spesso) mit dem Zug dorthin, ich spaziere in der Altstadt, besuche meine Freunde, besichtige die Paläste und die Museen; im Sommer liege ich einfach (semplicemente) am Meer.

besuchen = fare visita a qualcuno

 

besichtigen = visitare (di luogo, monumento)

 

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

LEZIONE DELL'8 aprile

1. hin - her

hin indica allontanamento da chi descrive azione

her indica avvicinamento

si trovano da sole oppure unite a particelle / preposizioni

kommen Sie heraus = venga fuori (verso di me)

gehen Sie hinaus = vada fuori (lontano da me)

eintreten = entrare: ich trete ein, du trittst ein, er tritt ein, wir treten ein ecc

er tritt in das Haus hinein = entra in casa (ma io sono fuori, quindi si allontana da me)

er tritt in das Haus herein = entra in casa (e io sono dentro, quindi si avvicina a me)

 

scendere la scala = die Treppe hinunter gehen / herunter kommen (a seconda di dove si trova chi descrive l'azione)

salire la scala = die Treppe hinauf /herauf steigen

cadere giù per la scala = die Treppe hinunter / herunter fallen

 

NB die Treppe = la scala (fissa, come elemento architettonico)

die Leiter = la scala (a pioli, spostabile, usata per lavori)

die Rolltreppe = la scala mobile (di stazioni, supermercati ecc)

die Skala = la scala (come sistema di misurazioni: Celsiusskala, Fahrenheitskala

der Maßsstab = la scala (nella cartografia)

scala musicale = die Tonleiter

 

2. Articolo determinato: riepilogo e completamento

 

     M   F   N

N der die das

G des der des

D dem der dem

A den die das

 

PLURALE

N die

G der

D den (NB al dativo plurale i sostantivi maschili e neutri aggiungono il suffisso -n es der Lehrer, PLUR die Lehrer, D PLUR den Lehrern; i femminili lo aggiungono solo se non terminano in-n, es die Macht, plur die Mächte, D PLUR den Mächten

A die

 

der Freund, die Freunde, ma: ich komme mit meinen Freunden (dativo plurale)

 

NB

1) la stessa forma der die das può essere usata nella lingua parlata come  aggettivo dimostrativo  (al posto di jener o dieser);

2) la stessa forma  der die das  vale anche come pronome relativo (ital che, il quale) che però introduce una proposizione secondaria dove, come vedremo, il verbo principale (coniugato in forma finita), va alla fine

al GENITIVO però il pronome relativo fa dessen, deren, dessen = del quale, il cui

der Mann, der mir gestern das Buch gab, ist kein Bibliothekar = l’uomo che (pron relativo) mi diede ieri un libro non è un bibliotecario

l’uomo non è un bibliotecario: proposizione principale

che ieri mi diede un libro: proposizione subordinata relativa

 

der Mann, dessen (pron relativo: il cui, del quale) Auto kaputt ist, ist ein Freund meiner Tochter

l’uomo, la cui auto è rotta è un amico di mia figlia

 

die Freunde, die wir heute im Restaurant treffen, kommen von Genua

gli amici che noi oggi incontriamo al ristorante vengono da Genova

 

3. Verbi riflessivi

sich auskennen = orientarsi bene (er kannte sich aus, er hat sich ausgekannt)

sich ausruhen = riposarsi

sich waschen = lavarsi (er wusch sich, er hat sich gewaschen)

sich bücken = piegarsi

sich erholen = riprendersi (da malattia)

sich erkälten = raffreddarsi

sich irren = sbagliarsi

sich verirren = perdersi

 

ich ruhe mich aus    ich wasche mich

du ruhst dich aus     du wäschst dich

er ruht sich aus         er wäscht sich

wir ruhen uns aus    wir waschen uns

ihr ruht euch aus      ihr wascht euch

sie ruhen sich aus     sie waschen sich

 

3.2. verbi riflessivi con reggenza preposizionale (di, per ecc)

sich nach einer Sache (DATIVO) erkundigen = informarsi di una cosa

sich für eine Sache entschuldigen = scusarsi di una cosa

sich über eine Sache freuen = rallegrarsi di una cosa (che sta accadendo o è accaduta)

sich auf eine Sache freuen = rallegrarsi di una cosa (che si prevede)

sich vor einer Sache (DATIVO) fürchten = spaventarsi di qualcosa (die Furcht = la paura)

sich für eine Sache interessieren = interessarsi di una cosa

sich über eine Sache beschweren = lamentarsi di una cosa

sich auf eine Sache konzentrieren = concentrarsi su una cosa

sich für eine Sache (anche: sich einer Sache GENITIVO) schämen = vergognarsi per una cosa, di una cosa

sich nach einer Sache (DATIVO) sehnen = aver nostalgia di qualcosa

sich über eine Sache wundern = sorprendersi di qualcosa

 

3.3. verbi riflessivi che introducono una subordinata infinitiva (di/a  fare qualcosa = etwas zu tun)

sich beeilen, eine Sache zu tun = affrettarsi a fare una cosa

sich entschließen, eine Sache zu tun = decidersi a fare una cosa

sich vorstellen, eine Sache zu tun = immaginarsi di fare una cosa

sich weigern, eine Sache zu tun = rifiutarsi di fare qualcosa

 

3.4. verbi riflessivi apparenti

mi lavo le mani = io lavo a me le mani

ich wasche mir die Hände

er wäscht sich die Füße

 

sich (D)  über eine Sache Sorgen machen = preoccuparsi (farsi preoccupazioni) di una cosa

du machst dir über das Wetter keine Sorgen = tu non ti preoccupi del tempo

sich (D)  eine Sache vorstellen = immaginarsi una cosa

ich stelle mir die neue Wohnung vor = mi immagino il nuovo appartamento

 

Wie stellen Sie sich ihre Deutschlandreise vor? Come si immagina il suo viaggio in Germania? 

 

4. Wann? Quando?
gestern ieri

vorgestern = l’altro ieri

heute = oggi
morgen = domani
übermorgen = dopodomani
tags di giorno
am Tag al giorno, durante il giorno
morgens di mattino
am Morgen al mattino
vormittags di mattino
am Vormittag =al mattino
mittags a mezzogiorno
am Mittag al mezzogiorno
nachmittags di pomeriggio
am Nachmittag al pomeriggio
abends di sera
am Abend alla sera
nachts di notte

bei Nacht, in der Nacht, nachtsüber = nella notte, nottetempo
jeden Tag ogni giorno
jeden Morgen ogni mattino
jeden Vormittag
jeden Nachmittag
jeden Abend
jede Nacht
eines Tages un giorno
eines Morgens un mattino
eines Abends, an einem Abend una sera
eineNachtuna notte

früh presto, di buon’ora
spät=tardi,
späterpiù tardi, dopo
montags=di lunedì
am Montag =al lunedì
dienstags=di martedì
am Dienstag = amartedì
usw ecc
diese Woche = questa settimana
vorige Woche =la settimana scorss
nächste Woche =la prossima settimana
dieses Jahr =quest anno
voriges Jahr =l’anno scorso
nächstes Jahr =l’anno prossimo
vor einem Jahr =un anno fa
vor zwei Jahren = due anni fa
nach einem Jahr = un anno dopo
nach zwei Jahren =due anni dopo
nach einer Woche =una settimana dopo
nach einem Tag il giorno dopo

tutto il giorno = den ganzen Tag

tutta la sera = den ganzen Abend

tutta la notte = die ganze Nacht
in zwei Tage =fra due giorni
in zwei Wochen =fra due settimane, in due settimane
in zwei Jahre fra due anni
binnen (+ G oppure D) zweier Wochen, zwei Wochen nel giro di due settimane

 

binnen zweier Jahre, zwei Jahre = nel giro di due anni

---------------------------------------------------------------------------

 

 vedi APPROFONDIMENTI Cenni storici su nomi e cognomi tedeschi

 

------------------------------------

 

 

 

LEZIONE DEL 25 MARZO

------------------------------------------------------------------------------------------------------------

recupero dalla lezione dell'11 marzo

 

nomi dei giorni della settimana (risalgono in gran parte alla 1 e 2 ondata latina)

Die Wochentage (in grassetto i nomi della settimana in tedesco)

der Tag (plur die Tage) = il giorno

die Woche = la settimana

[LUNEDI] Lunae dies → (der) Montag (cfr ingl Monday)

[MARTEDI] Martis dies → Dienstag (Ziu, Tiu, dio della guerra, cfr ingl Tuesday)

[MERCOLEDI] Mercurii dies → ital mercoledì, fr. mercredi

Mercurii dies → Wodan, Odino, dio della saggezza, oland woensdag, ingl Wednesday

 gr-lat media hebdomas (= il mezzo di sette) → Mitte + Woche → (der) Mittwoch

[GIOVEDI] Jovis dies → Donnerstag (Donar, dio del tuono, cfr ingl Thursday)

[VENERDI] Veneris dies → Freitag (Freia, dea della fertilità, cfr. ingl Friday)

[SABATO] Saturni dies → ingl. Saturday, oland zaterdag

gr sabbaton → lat volg sambatus, sabbatus → ahd sambatstag, got sambato: Samstag (a sud e a ovest) 

Sonnabend (nord ed est): “la sera, vigilia (Abend) prima della domenica (Sonntag)”

    [DOMENICA] (dies) dominica → domenica

    dies solis → Sonntag  (cfr ingl Sunday)

 

uso dei nomi dei giorni

il / al lunedì = am Montag

di lunedì = montags (avverbio)

ogni lunedì = jeden Montag

da lunedì a giovedì = von Montag bis Donnerstag 

----------------------------------------------------------------

 

1. aggettivo

schön = bello – hässlich = brutto

groß = grande, alto (di persona) – klein = piccolo

hoch alto (di cosa) – niedrig basso

breit, weit = ampio, largo – eng = stretto

voll = pieno – leer = vuoto

weiß = bianco - schwarz = nero

rot = rosso – grun = verde

gelb = giallo – blau = blu, azzurro

gut = buono - böse, bös = cattivo (di persona), arrabbiato 

schlimm, schlecht = brutto (di cosa o avvenimento)

froh = allegro – traurig = triste

neu = nuovo - alt =vecchio

gesund = sano – krank = malato

schlau = furbo - dumm = scemo

richtig = corretto – falsch = sbagliato

billig = a buon prezzo – teuer = caro (mentre caro nel senso di amato = lieb: mein Lieber = mio caro, mein lieber Freund = mio caro amico, meine liebe Freundin = mia cara amica)

sauber = pulito – schmutzig = sporco

möglich = possibile - unmöglich = impossibile

gerecht = giusto – ungerecht = ingiusto

fähig = capace – unfähig = incapace

 

1.1. uso dell’aggettivo

l’aggettivo in funzione predicativa non si declina, resta quindi invariato ed è di solito distante dal sostantivo cui si riferisce, spesso dopo il verbo essere

la bottiglia è vuota =  die Flasche ist leer

il mio stomaco è vuot= mein Magen (der Magen) ist leer

le case sono ancora vuot= die Häuser sind noch leer

in funzione attributiva si declina concordando con genere, numero e caso con il sostantivo cui si riferisce

eine leerFlasche (cfr die Flasche)

ein leerer Magen (cfr der Magen)

ein leeres Haus (cfr das Haus)

ma la declinazione dell’aggettivo la faremo più avanti.

 

 

2. AGGETTIVI E PRONOMI DIMOSTRATIVI

N dieser, diese, dieses = questo, questa (soggetto)

D diesem, dieser, diesem = a questo, questa

A diesen, diese, dieses = questo, questa (compl oggetto)

N, A PLURALE diese = questi, queste

D PLURALE diesen = a questi, queste

 

Dieses hier ist mein Haus = questa qui è casa mia (anche: das hier ist mein Haus)

Dieses Haus gehört mir = questa casa mi appartiene

Diese Bücher sind sehr teuer = questi libri sono molto cari

Ich fahre mit diesem Auto nach Deutschland = vedo in Germania con quest’auto

Mit dieser Hand kann ich nicht schreiben = con questa mano non riesco a scrivere

Sehen Sie diese Gabel? Sie ist schmutzig = vede questa forchetta? È sporca.

 

N jener, jene, jenes = quello, quella (soggetto)

D jenem, jener, jenem = a quello, a quella

A jenen, jene, jenes = quello, quella (compl oggetto)

N, A PLURALE jene = quelli, quelle

D PLURALE jenen= a quelli, a quelle

 

Ich möchte heute in jenem Gasthaus essen = oggi vorrei mangiare in quella trattoria (anche ich möchte heute im dem Gasthaus da essen)

kannst du jenes Haus sehen? Riesci a (puoi) vedere quella casa? (anche: kannst du das Haus da sehen?)

Dieses hier ist mein Handy, jenes auf dem Tisch ist dein Handy

 

N jeder, jede, jedes = ogni, (soggetto)

D jedem, jeder, jedem = a ogni

A jeden, jede, jedes = ogni (compl oggetto)

 

In diesem Hotel ist jeder Gast willkommen = in questo hotel è benvenuto ogni ospite:

er kann die Arznei nicht finden, so muss er in jede Apotheke gehen = non riesce a trovare la medicina, così deve andare in ogni farmacia

Jeder Mensch sollte frei sein = ogni uomo dovrebbe essere libero

NB der Mann = uomo, essere umano di sesso maschile, anche uomo come unità militare

der Mensch = uomo o donna come essere umano (plur die Männer, die Menschen)

Jeder Zug nach Mailand fährt von Bahnhof Brignole ab = ogni treno per Milano parte dalla stazione Brignole

 

AGGETTIVI E PRONOMI INDEFINITI

alle = tutti

N alle

D allen

A alle

 

einige = alcuni

viele = molti

manche = parecchi

 

N kein, keine, kein

D keinem, keiner, keinem

A keinen, keine, kein

N, A PLUR keine

D PLUR keinen

 

 

 

 

APPROFONDIMENTO:

 

Cenni storici su nomi e cognomi tedeschi

 

1. Nomi propri (die Vornamen)

1.1. molti nomi propri tedeschi, ma anche italiani, sono di origine germanica:

Alfred ← anglosassone corrispondente a ated Alfrad: alp (elfo) + rat (consiglio) = consigliato, protetto dagli elfi, quindi fortunato

Berd (Bernhard) ← ated bero (orso) + hart (forte) = forte come un orso

Dieter ← ated diot (popolo) + her (signore) = signore del popolo

Frank ← ated frank (franco, appartenente a una tribù germanica)

Karl, Carl: ated karl = uomo (cfr ted mod der Kerl = tipo, tizio anche spregiativo, ein junger Kerl = un (tipo) giovane, ein kräftiger Kerl = un tizio robusto, ein komischer Kerl = un tipo buffo, ein großer Kerl = un tizio alto ecc)

Friedrich, diminutivo Fritz ← ated fridu (pace) + rihhi (potente) = potente nella pace

Gerhard ← Gerwald ← ated ger (giavellotto) + waltan (guidare) = che guida, lancia bene i giavellotti

Günther ← ated gund, gundia (lotta) + her (signore) = signore della / nella battaglia

Heinrich, diminutivo Heinz ← ated heim (casa) + rihhi (ricco, potente) = potente nella sua casa

Helmut, Helmuth ← ated helm (elmo) + muot (animo) = che è disposto a portare l’elmo

Horst ← ated hurst (cespuglio)

Norbert ← ated nord (nord) + beraht (splendente) = splendente nel nord

Richard ← ated riki (potente, ricco) + hart (forte) = forte per la potenza, ricchezza

Robert, Ruprecht ← Rodebert, Rodebrecht: ated hruod (gloria) + beraht (splendente) = splendente di gloria

Werner ← Wernen (tribù germanica) + her (signore) = signore dei Verni

Wolfgang ← ated wolf (lupo) + gangan (andare, muoversi, ted gehen) = che si muove come un lupo

 

1.2. Altri nomi propri sono di derivazione latina:

medievale come Franziskus = il franco, francone (tribù germanica) → ital. Francesco, francese François, tedesco Franziskus, diminutivo: Franz

Klaus ← Nikolaus

Anton ← lat Antonius

Florian ← lat Florus (fiorente, fortunato)

Jürgen, Jurg, Jörg ← Georg ← greco georgos = agricoltore

 

1.3. Altri nomi propri come Paul, Johannes (diminutivo: Hans), Peter, Thomas, Andreas, Mathias / Matthias, Marcus, Joachim sono di provenienza biblica o evangelica.

 

2. Cognomi (die Nachnamen, die Familiennamen)

i cognomi sono attestati a partire dalla metà del XIV secolo, sono legati alla conurbazione e derivano 2.1. o da una originaria provenienza agreste

Bach = ruscello (in origine: colui che abitava vicino al ruscello)

2.2. o da un mestiere (cito in ordine di frequenza)

1) Müller, Möller = mugnaio

2) Schmidt, Schmitt = fabbro

3) Schneider = sarto

4) Fischer = pescatore

5) Maier, Meyer, Mayer, Mair = massaro (diffuso soprattutto al sud: Baviera)

6) Weber = tessitore

7) Hofman, Hoffmann = cortigiano

8) Wagner = carrozzaio (costruttore di carri, Austria e Svizzera)

9) Becker = fornaio

10) Schulz = sciultascio (sindaco di villaggio)

11) Schafer, Schäfer = pastore

12) Koch = cuoco

13) Bauer = contadino

14) Richter = giudice

15) Schröder, Schroeder = trasportatore di birra

16) Köhler = carbonaio

Alcuni cognomi vennero latinizzati quando un esponente importante della famiglia fece carriera: così Schuster (ciabattino) diventò Sutorius, Fischer (pescatore) diventò Piscator ecc.

Bisogna tenere presente che la città medievale e premoderna era ricca di mestieri settorali che con il tempo si sono persi o unificati: per es si distingueva (e sono rimasti i cognomi) tra Faßbinder che era il cerchiatore di botti, e Böttger, Böttiger, il bottaio che lavorava la parte in legno.

A ciò si aggiungano le varianti regionali nei nomi di mestieri, per es:

macellaio si diceva (fino al 1900) Schlachter, Schlächter a nord, Fleischer a est, Metzger a ovest e in Württemberg e Baviera, Fleischhacker in Austria.

Falegname si diceva Schreiner nella fascia renana, ma comprendente Württemberg e Baviera, Tischler da Amburgo a Berlino, ma anche in Austria.

 

2.3. o da una particolarità fisica

Klein = piccolo

Schwarz = nero

Lange = lungo

 

2.4. un caso particolare sono i nomi delle famiglie nobiliari, che sovente consistono in un toponimo, ossia un nome di un luogo che è molto spesso il nome del castello avito. Così gli Asburgo derivano il loro nome (Habsburg) dal castello che si trova nell’omonimo comune svizzero e gli Staufi (Hohenstaufen) che derivano il loro nome dal castello omonimo, oggi nel comune di Göppingen (Baden-Württemberg).

Convegni, congressi, conferenze

2018

11-12 ottobre, Università di Genova, Dipartimento di Lingue e Culture moderne, convegno internazioale “Deutsch übersetzen und Dolmetschen”, intervento Zur Übersetzung der Neidhartspiele ins Italienische che verrà pubblicato in Atti.

2017

20-23 aprile: Università di Wroclaw (POL), Institut für Germanistik der Universität Wroclaw, convegno internazionale “Rezeption von Texten der Mittleren deutschen Literatur in den europäischen Literaturen 1400-1750. Fünfte Arbeitstagung”, intervento Ungleiche Übersetzungstätigkeit als Indiz für asymmetrische deutsch-italienische Kulturbeziehungen in der Frühen Neuzeit che sarà pubblicato in Atti

2-4 maggio: Università di Padova, Dipartimento di studi linguistici e letterari, convegno internazionale "Acquisition through Translation: The Rise of the Vernacular in Early Modern Europe – Übersetzen und Übersetzungen in dem Europa der Frühen Neuzeit: ihr Beitrag zur Entstehung einer Nationalkultur – Volgarizzare, tradurre e costruire le letterature nazionali nell’Europa della prima età moderna”, conferenza di apertura dei lavori dal titolo Il contributo dell'editore Georg Müller di Francoforte e del traduttore Johann Makle alla ricezione della letteratura italiana in Germania nel XVII secolo che sarà pubblicata in Atti

24 ottobre, Biblioteca universitaria di Genova, nell’ambito dell’incontro “Caporetto: una storia (non solo) italiana”, intervento dal titolo Caporetto raccontata dai “nemici”

 

17-18 novembre, Istituto italiano di Studi Germanici, Roma, convegno internazionale “Reformation des Glaubens, Reformation der Künste”, intervento Luthers Stellung zur Theatertätigkeit che verrà pubblicato in Atti

2016

5-6 aprile: Università di Trento, Dipartimento di Lettere e Filosofia: convegno internazionale “Animali parlanti. Letteratura, teatro, canzone”, intervento Quando gli animali entrano in politica: su alcuni antiporta delle traduzioni del Principe di Machiavelli pubblicato in Atti in versione tedesca

2015

23 gennaio: Biblioteca Universitaria di Genova, sede di via Balbi 40 (Hotel Colombia): “Berge in Flammen di L. Trenker, dal romanzo al film: la guerra vista dagli austriaci”, intervento Introduzione a Berge in Flammen di Luis Trenker

11 febbraio: Biblioteca Universitaria di Genova, sede di via Balbi 40 (Hotel Colombia): incontro “Orizzonti di gloria: dal romanzo di H. Cobb al film di Stanley Kubrick”, Introduzione a Orizzonti di gloria di Humphrey Cobb

14 febbraio: Biblioteca internazionale di Rapallo, Villa Tigullio, Parco Casale: incontro “Grande Guerra e Letteratura”, intervento Letteratura di guerra in Germania e in Austria: Remarque e Trenker

12 marzo: Accademia Ligure di Scienze e Lettere, Genova, Palazzo Ducale, Piazza Matteotti 5: incontro “Grande Guerra e letteratura: Gran Bretagna, Francia, Germania, Stati Uniti”, intervento L'uccisione del nemico in testi tedeschi sulla Prima Guerra Mondiale: Jünger, Renn, Remarque

16-19 aprile: Università di Palermo, Dipartimento di Scienze Umanistiche: convegno internazionale “Die Bedeutung der Rezeptionsliteratur der Frühen Neuzeit (1400-1750). Vierte Arbeitstagung”, intervento Mutmaßungen über Cesar: Cesare Borgia im deutschsprachigen Roman des 20. und 21. Jahrhunderts pubblicato in Atti

26 maggio: Università di Genova, Dipartimento di Lingue e Culture moderne: tavola rotonda “Alludere all'indicibile, raccontare l'indicibile: poesia e narrativa sulla Prima Guerra mondiale”, intervento Libri contro: le reazioni a Remarque pubblicato in Atti

2013

novembre 2012-febbraio 2013: membro del comitato scientifico della Mostra “Il Principe di Niccolò Machiavelli e il suo tempo 1513-2013”, promossa dall'Istituto dell'Enciclopedia Italiana Treccani e da Aspen Institute Italia sotto l'alto patronato del Presidente della Repubblica (Roma, salone centrale del Vittoriano, 25 aprile - 16 giugno 2013)

9-12 maggio: Hundisburg (GER) convegno internazionale “Die Bedeutung der Rezeptionsliteratur für Bildung und Kultur der Frühen Neuzeit. Zweite Arbeitstagung”, intervento Ein domestizierter Machiavell? Zur Rolle der Übersetzung in der Aneignung und Adaptation ausländischer Texte am Beispiel der ersten deutschen Principe-Übersetzung pubblicato in Atti

29 maggio: Torino, Fondazione Luigi Firpo. Centro studi sul pensiero politico: Seminario “Presenza e usi strumentali di Machiavelli nell'Inghilterra del Cinquecento e del Seicento” presieduto da E. Baldini, intervento Ricezione, volgarizzazione, divulgazione del Principe

21-23 novembre: Otto-Friedrich-Universität Bamberg (GER): Convegno “Giovanni Boccaccio. Italienisch-deutscher Kulturtransfer von der Frühen Neuzeit bis zur Gegenwart”, intervento Wie man zum frevelhaften Missbrauch des Parmesankäses kommen und wozu dieser führen kann. Zur ersten deutschen Übersetzung des Corbaccio pubblicato in Atti

2012

26-27 settembre: Mosca (Fed. Russa): Convegno “Rileggendo Machiavelli: alle origini della scienza moderna. Idee e pratica politica attraverso paesi e secoli”, intervento Quale Machiavelli? Sulle traduzioni del Principe pubblicato in Atti

21 novembre: Padova, Collegio Morgagni, per il ciclo “Il grande secolo italiano. La cultura italiana fuori d'Italia fra Cinque e Seicento”, conferenza La prime traduzioni tedesche del Principe

2011

23-27 marzo: Eisenstadt (AU), Convegno “Die Bedeutung der Rezeptionsliteratur für Bildung und Kultur der Frühen Neuzeit”: intervento Die deutschen Übersetzungen von Ferrante Pallavicinos Divortio celeste im 17. Jahrhundert pubblicato in Atti

5-7 maggio: Genova, Convegno “Libertinismo erudito e pensiero anticonformista. Genova nell'Europa del Seicento”, intervento Un successo editoriale: le traduzioni tedesche del Divortio celeste di Ferrante Pallavicino pubblicato in Atti

7 luglio: Genova, giornata di studio “Palazzo Serra e i suoi proprietari”, intervento La battaglia di Austerlitz nel De bello germanico di Gian Carlo Serra pubblicato in “Quaderni di Palazzo Serra”, 27 (2015)

6-8 ottobre: Imperia: Convegno “Da Ulisse a... In viaggio verso le Terre Felici”, intervento La partenza per la Terra Santa in alcuni canti crociati tedeschi

2010

30 giugno – 7 agosto: Varsavia (POL), Convegno “Vielheit und Einheit der Germanistik weltweit”, nella Sezione “Aufgaben und Erforschung der mittleren deutschen Literatur bzw. Der Kulturgeschichte der Frühen Neuzeit” intervento Überlegungen zu Tod und Töten in Kriegserlebnis und Kriegsdarstellung in der deutschen Literatur der Frühen Neuzeit pubblicat in Atti.

7-9 ottobre: Imperia, Convegno “Da Ulisse a... Il viaggio aereo tra fantasia e realtà”, intervento I voli di Faust

2009

12 febbraio: Genova, tavola rotonda “Lo spazio della battaglia” organizzata dal Centro di Studi sulle Arti, l’Architettura e la Letteratura del Manierismo e del Barocco, intervento Lo spazio della battaglia nella letteratura tedesca dal Medioevo all’Età Moderna.

25-26 marzo: Genova, Convegno di Studi “Oltre lo sguardo: la fisiognomica e lo studio della natura umana”, intervento Il bello, il brutto e il cattivo: appunti per una tipologia dell’antieroe nei testi letterari.

2008

21-22 febbraio: Genova, convegno “Sulle ali del sogno: tra scienza, arti, filosofia e storia”, intervento Messa in scena e messa in sogno: sul Prinz Friedrich von Homburg di H. von Kleist pubblicato in Atti.

30 settembre:Genova, organizzazione e moderazione del convegno “Traduzione e divulgazione: le prime traduzioni del Principe in Età Moderna”

2007

21 marzo: Bad Arolsen (GER), Steinerner Saal im Residenzschloß, conferenza Joachim Christoph Nemeitz als möglicher Übersetzer von Machiavellis Principe

25-28 settembre: München/Tutzing (GER): Convegno internazionale “Machiavellismus in Deutschland – Chiffre von Kontingenz, Herrschaft und Empirismus in der Neuzeit”: intervento: Text – Übersetzung – bildiche Übetragung. Zur Ikonografie der Lehre Machiavellis pubblicato in Atti

1-3 ottobre: Imperia, VIII Convegno internazionale “Da Ulisse a… Il viaggio in treno tra storia e memoria”, intervento “Il treno (non) era in orario. Riflessioni su treni, puntualità e tedeschità che sarà stampato in Atti

2006

5-8 ottobre 2006: Roma, Convegno internazionale “Drammaturgia della crisi alla fine del Rinascimento”, intervento La sconfessione di consigliere ed esecutore nella tragedia barocca tedesca pubblicato in Atti

2005

8-9 settembre: Torino, convegno “Machiavellismo e machiavellismi nella tradizione politica europea (secoli XVI-XIX). Una prima ricognizione”, intervento Le traduzioni tedesche del Principe nella prima età moderna

6-8 ottobre: Imperia, VI convegno internazionale “Da Ulisse a… Il viaggio negli abissi marini tra immaginazione e realtà”, intervento: Abissi, profondità e superficie nella guerra sottomarina del secondo conflitto mondiale: Das Boot di L.-G. Buchheim pubblicato in Atti

2003

14-22 settembre: Montserrat (Catalogna, SPA), XXXI "Internationales Mediävistisches Colloquium", intervento "waz sol daz swert in dîner hant?" Zur Darstellung des schönen und doch nicht schwachen Geschlechts in der höfisch-ritterlichen Literatur

13-15 novembre: Palermo, convegno internazionale “Deutsche Kultur und Islam am Mittelmeer”, intervento Zur Funktion der Türkei in den Dramen Daniel Caspers von Lohenstein pubblicato in Atti

2002

9-16 settembre: Patsch/Innsbruck (AU), XXX "Internationales Mediävistisches Colloquium", intervento Zur Rolle des Pilatus im Innsbrucker Osterspiel. eine Frage der Vergangenheitsbewältigung?, poi pubblicato in "Derek. judaica urbinatensia", 2003/1

10-12 ottobre: Imperia, Convegno Internazionale "Da Ulisse a... Il viaggio per mare nell'immaginario letterario e artistico", intervento Fortunatus, ossia della fatica di viaggiare per mare. Appunti sul viaggio marittimo nella letteratura tedesca, poi pubblicato in Atti

2001

5-8 settembre: Roma, Convegno internazionale "Satira e beffa nelle commedie europee del Cinquecento", intervento Vincentius Ladislaus, ovvero tutte le qualità di un cortigiano sciocco pubblicato in Atti

2000

18-25 settembre: Bäregg (CH), XXVIII "Internationales Mediävistisches Colloquium"

1999

20-27 settembre: Evora (POR), "XXVI. Mediävistisches Colloquium", intervento Urjâns ungehiure: Überlegungen zur Sein-Schein-Problematik und zur Kalokagathie bei Wolfram, poi pubblicato su “Prospero”, VII (2000)

1998

4-6 settembre: Anagni, "XXII Convegno internazionale: Vita cittadina nel teatro tra Cinque e Seicento": intervento La città come fucina e luogo scenico nel Fastnachtspiel di Norimberga. una ricognizione, poi pubblicato in Atti

1997

25 settembre-2 ottobre: Sestri Levante, "XXV. Mediävistisches Colloquium", intervento Kriemhilds Schönheit, poi pubblicato in versione rimaneggiata su un numero monografico di "Chloe"

1995

aprile: Genova, seminario interdisciplinare "La Prima Guerra Mondiale: Storia, Arte e Scrittura", intervento su I condizionamenti storici e materiali dell'esperienza bellica (pubblicato in numero monografico dei "Quaderni del DLLSM Genova"

1994

28-30 aprile: Cairo Montenotte, convegno "Il ruolo della narrativa nella formazione del pensiero criminologico", intervento Dal trionfo della 'ratio' alla vittoria della 'inordinatio': il romanzo giallo di Dürrenmatt, poi pubblicato in Raccontare delitti, a cura di J. Birkhoff, A. Verde, A. Francia, Milano, Franco Angeli, 1999

 

Elenco dei corsi tenuti

 

a.a. 2016-17

Letteratura e cultura tedesca II (annuale): 1 Unità didattica (36 ore): Se Hitler è tornato: la letteratura come mezzo per fare i conti con il passato che ritorna;

2 Unità didattica (18 ore): Alle radici della cultura tedesca: Lutero e Federico II di Prussia

Letteratura e cultura tedesca Lauree Magistrali mod. 1 (36 ore): Neidhart e i Neidhartspiele

Letteratura e cultura tedesca Lauree Magistrali mod. 2 (36 ore): Die ersten deutschen Principe-Übersetzungen

 

a.a. 2015-16

Letteratura e cultura tedesca II anno (semestrale: 36 ore): Politica e teatro nel Medioevo: i drammi di Neidhart.

Letteratura e cultura tedesca Lauree Magistrali mod 2. (2 semestre): 1 Unità didattica (18 ore) Einführung in die Dramenanalyse an Hand von Kleists Amphitryon; 2 Unità didattica (18 ore): Dalla rivoluzione sognata al sogno della rivoluzione. Teatro e restaurazione in Austria nel primo Ottocento: Grillparzer, Der Traum ein Leben

Lingua tedesca I LM (30 h 2 semestre): 1. Unterrichtseinheit: Auf dem Weg zum heutigen Deutsch. 2. Unterrichtseinheit: Einführung in die historische Idiomatik

 

a.a. 2014-15

Letteratura tedesca e cultura II anno (semestrale: 36 ore): 1 Unità didattica (36 ore) “Una generazione distrutta dalla guerra anche se sfuggì alle granate”: Niente di nuovo sul fronte occidentale di E. M. Remarque e la nascita del romanzo di guerra.

2 Unità didattica (ulteriori 18 ore): “Il mio cuore e il mio corpo vogliono separarsi”. Esperienza vissuta e poesia nelle poesie tedesche delle crociate.

Letteratura e cultura tedesca III anno (semestrale: 36 ore): “Da soldato e da uomo”: La Montagna magica di Thomas Mann come danza macabra del “mondo di ieri”.

Letteratura tedesca per LM (semestrale: 36 ore: Il dramma del reduce nella letteratura tedesca dei due dopoguerra: Hinkemann e Draußen vor der Tür

 

a.a. 2013-14

Letteratura e cultura tedesca I anno (semestrale: 36 ore): Eroi di carne, eroi di carta: letteratura e figure identitarie nella cultura tedesca. Il principe di Homburg di H. von Kleist

Letteratura e cultura tedesca II anno (annuale): 1 Unità didattica: Realtà sociale, finzione letteraria e mito nel Canto dei Nibelunghi.

2 Unità didattica (ulteriori 18 ore): I primi gialli di F. Dürrenmatt

Letteratura e cultura tedesca Lauree Magistrali (semestrale: 36 ore)): Text, Übersetzung, Buch. Zur abenteuerlichen Geschichte der ersten gedruckten deutschen Principe-Übersetzung

 

a.a. 2012-13

Letteratura e cultura tedesca II anno (semestrale: 36 ore): 1 Unità didattica: Spettri, vampiri e Doppelgänger: i Racconti Notturni di E.T.A. Hoffmann

2 Unità didattica (ulteriori 18 ore): Cenni di storia della lingua tedesca, il Frühneuhochdeutsch: da Lutero ad Adelung

Letteratura e cultura tedesca III anno (semestrale: 36 ore): Alle origini del romanzo moderno: la Courasche di Grimmelshausen

Letteratura e cultura tedesca Lauree Magistrali (semestrale: 36 ore: Il Parzival di Wolfram von Eschenbach

 

a.a. 2011-12

Letteratura e cultura tedesca II anno (semestrale: 36 ore): Il Don Carlos di Schiller: dramma familiare, dramma politico, dramma dell'amicizia

Letteratura e cultura tedesca III anno + Lauree Magistrali (semestrale: 36 ore): Introduzione alla tragedia slesiana: il Leo Armenius di Andreas Gryphius

Letteratura e cultura tedesca II+III+ Lauree Magistrali (2 semestre: 18 ore): Schachnovelle di Stefan Zweig

Letteratura e cultura tedesca Laurea Magistrale in Letterature comparate (2 semestre: 18 ore): Autopsia di un testo: la prima traduzione tedesca a stampa del Principe di Machiavelli

 

a.a. 2010-2011

Letteratura e cultura tedesca I anno (semestrale, 36 ore): La storia rivisitata: F. Dürrenmatt, Romolo il Grande

Letteratura e cultura tedesca LM I e II anno (semestrale, 36 ore): Una danza macabra del XX secolo: Der Zauberberg, miti e ideologie di morte

 

a.a. 2009-2010

Letteratura e cultura tedesca III anno (semestrale, 36 ore): Farsa della giustizia o giustizia della farsa? Considerazioni su Der Zerbrochne Krug di H. von Kleisr

Letteratura tedesca medievale (= Letteratura tedesca per Lauree Specialistiche: semestrale, 36 ore): Alle radici della sensibilità moderna: il Canto d’Amore cortese in area tedesca

Letteratura e cultura tedesca I anno (semestrale, 36 ore): Una “vacanza micidiale”: Thomas Mann, La morte a Venezia

 

a.a. 2008-2009

Letteratura tedesca e cultura III anno (semestrale, 36 ore): Dalla rivoluzione sognata al sogno della rivoluzione. Teatro e restaurazione in Austria nel primo Ottocento: Grillparzer, Der Traum ein Leben)

Letteratura tedesca medievale (= Letteratura tedesca per Lauree Specialistiche) (semestrale, I e II anno, 36 ore): La partenza del cavaliere: ruolo maschile e ruolo femminile nell’Erec di Hartmann von Aue.

Letteratura e cultura tedesca I anno (semestrale 36 ore ): Guerra, cultura e testo letterario: Niente di nuovo sul fronte occidentale di E.M. Remarque

 

a.a. 2007-2008

Letteratura tedesca III anno (semestrale, 36 ore): Cenni sul dramma storico tedesco (Schiller: Maria Stuart; Kleist: Prinz von Homburg)

Letteratura tedesca per Lauree Specialistiche) (semestrale, I e II anno 36 ore): Text, Übersetzung, Buch. Zur abenteuerlichen Geschichte der ersten gedruckten deutschen Principe-Übersetzung.

Letteratura e cultura tedesca I anno (semestrale, 36 ore): Introduzione al testo letterario: i Racconti notturni di E.T.A. Hoffmann

 

a.a. 2006-2007

Letteratura tedesca III anno (semestrale, 36 ore): Dal dramma “borghese” al dramma della borghesia: il “bürgerliches Trauerspiel” in Germania. Significato, origini, valenze.

Letteratura tedesca medievale (= Letteratura tedesca per Lauree Specialistiche)) (semestrale, I e II anno, 36 ore): Approccio filologico al gioco letterario: il Parzival di Wolfram von Eschenbach.

Letteratura e cultura tedesca I anno (semestrale, 36 ore): Introduzione al testo letterario: il Werther di Goethe

 

a.a. 2005-2006

Letteratura tedesca III anno (semestrale, 36 ore): Alle radici dell’uomo moderno: crisi dell’identità e della conoscenza nelle commedie di Kleist

Storia della lingua tedesca (semestrale, III anno, 30 ore): La traduzione anonima del Principe di Machiavelli: un giallo culturale del primo Settecento.

Letteratura e cultura tedesca I anno (semestrale, 36 ore): Lo specchio del giallo: Dürrenmatt (Il giudice e il suo boia, Il sospetto)

 

(a.a. 2004-2005 congedo per motivi di studio)

 

a.a. 2003-2004

Letteratura e cultura tedesca I anno (semestrale, 36 ore): Percorsi attraverso la cultura tedesca: sostrato germanico, influsso latino, eredità prussiana.

Storia della lingua tedesca (semestrale, III anno): Istituzionale + Nibelungenlied.

Letteratura tedesca medievale (1 semestre, 30 ore): Introduzione alla letteratura medievale: modello di approccio ai testi;

Letteratura tedesca medievale (2 semestre, 30 ore): Il Nibelungenlied

 

a.a. 2002-2003

Letteratura e cultura tedesca II anno (semestrale, 30 ore): Alle radici della cultura tedesca: Arminio, Lutero, Federico II

Letteratura e cultura tedesca II anno (semestrale, 30 ore) Dalla storia alle storie: Michael Kohlhaas e Hermannsschlacht di Kleist

 

a.a. 2001-2002

Letteratura e cultura tedesca II anno (semestrale, 30 ore): Letteratura e cultura in Germania dalle origini al 1800

Letteraturae cultura tedesca II anno (semestrale, 30 ore): Il testo teatrale: Schiller, I masnadieri

 

a.a. 2000-2001

Lingua e Letteratura tedesca D (annuale III anno, 60 ore): modulo introduttivo (genere romanzesco); modulo storico-letterario (sviluppo romanzo fino XVIII sec); modulo monografico (Grimmelshausen, Simplicissimus)

Storia della lingua tedesca (annuale, III e IV anno, 60 ore): modulo istituzionale + modulo storico-letterario + modulo monografico (mutuati da Letteratura tedesca D)

 

a.a. 1999-2000

Lingua e Letteratura tedesca A (annuale, I anno, 60 ore): modulo culturale (le caratteristiche costitutive della cultura tedesca); modulo linguistico (etimologia); modulo letterario (introduzione al testo letterario: Schiller, Maria Stuart)

a.a. 1993-94

Lingua e Letteratura tedesca A (corso annuale per III e IV anno): politica e sommossa nel teatro tedesco del XVII secolo; Seminario letture (Gryphius, Leo Armenius e Carolus Stuardus; Weise, Masaniello)

 

a.a. 1998-99

Storia della lingua tedesca (annuale, 60 ore): La lingua della narrazione: dal romanzo cortese al primo romanzo borghese (XII-XVI sec.); Seminario “Sprichwörter und idiomatische Redewendungen”

 

a.a. 1997-98

Storia della lingua tedesca (annuale, III e IV anno, 60 ore): La lingua della scena: dal teatro religioso medievale al teatro dello Sturm und Drang; Seminario “Etimologia”

Lingua e letteratura tedesca (annuale, I e II anno): I primi drammi di Fr. Schiller

 

a.a. 1996-97

Storia della lingua tedesca (annuale, III e IV anno, 60 ore): La lingua cortese cavalleresca + Seminario “Historische Idiomatik”

Lingua e letteratura tedesca (annuale, I e II anno, 60 ore) Grimmelshausen e le origini del romanzo tedesco moderno

 

a.a. 1995-96

Lingua e Letteratura tedesca A (annuale, I e II anno, 60 ore): Nibelungenlied e Parzival; Seminario Introduzione al testo letterario

 

a.a. 1994-95

Lingua e Letteratura tedesca A (annuale, I e II anno, 60 ore): E.T.A Hoffmann maestro del brivido; Seminario: Introduzione al testo letterario: Remarque, Im Westen nichts Neues

 

 

Elenco pubblicazioni 

 

2019

Heinrich Wittenwiler, L’Anello. Poemetto svizzero dell’inizio del XV secolo.Testo e traduzione di passi scelti con introduzione e note di Roberto De Pol, Aircuzio, Virtuosa-Mente (gruppo editoriale Castel Negrino), 2019, pp. 194

2018

Linguaggio e funzioni della paura nei romanzo tedeschi della Prima Guerra mondiale, in: Voci della paura, a cura di Sandra Isetta, Genova, Erredi, 2018, pp. 243-276 (= FuturAntico, vol. 13)

La traduzione tedesca de La Segreteria di Apollo di Antonio Santacroce e il contributo dell’editore Georg Müller di Francoforte alla ricezione della letteratura italiana in Germania nel XVII secolo, in “Bibliothecae.it”, 6 (2017), 2, pp. 285-306

2017

La prima traduzione tedesca a stampa del Principe di Machiavelli, in “Culture del testo e del documento”, 53 (2017), pp. 131-156

Das Tier als „politischer Mensch“ in den Frontispizen einiger Principe-Übersetzungen, in: Animali parlanti. Letteratura, teatro, canzoni, a cura di Caterina Mordeglia, Firenze, Edizioni del Galluzzo, 2017, pp. 103-119 (ISBN 978-88-8450-804-1)

Rudolf von Delbrück, in: Nicoletta Dacrema (a cura di), Prussiani in Italia (1701-1866). Viaggiatori o spie?, Milano, Franco Angeli, 2017, pp. 35-43 (ISBN 978-88-917-6083-8)

 

2016

Leone e volpe nella tragedia tedesca del Seicento. Sulle tracce di una ricezione, in: Natura ed etologia dall'antichità al Rinascimento, a cura di Stefano Pittaluga, Genova, Erredi, 2016, pp. 113-131 (= Pubblicazioni del DARFICLET, Terza serie, n. 248) (ISBN 978-88-6705-434-3)

Innescare la bomba: la prima versione tedesca de «La semplicità ingannata» di Arcangela Tarabotti, Du labyrinthe à la toile / Dal labirinto alla rete, Publifarum, n. 26, pubblicato il 31/05/2016, consultato il 15/06/2016, url: http://publifarum.farum.it/ezine_articles.php?id=341

Gli uomini erano usciti dalle case...”. Lo spazio della battaglia, in: Dove dimorano gli eroi. La casa all'ombra del Simbolo, a cura di S. Isetta, Genova, Erredi, 2016 (= FuturAntico, vol. 11) pp. 47-64 (ISBN 978-88-95023-15-1)

Mutmaßungen über Cäsar: Cesare Borgia im deutschsprachigen Roman des 20. und 21. Jahrhunderts, in: Die Bedeutung der Rezeptionsliteratur für Bildung und Kultur der Frühen Neuzeit (1400-1750) IV. Beiträge zur vierten Arbeitstagung in Palermo (April 2015), hrsg. von L. Auteri, Alfred Noe und H.-G. Roloff, Bern, Berlin, Peter Lang 2016, pp. 122-196 (= Jb für Internationale Germanistik, Reihe A – Bd 126) (ISBN 978-3-0343-2196-9)

 

2015

Ser Neidhart e la beffa della violetta. Drammi tedeschi medievali scelti, tradotti e commentati da Roberto De Pol. Con una postfazione di John Margetts, Aircuzio, Gruppo editoriale Castel Negrino, 2015, pp. 183 (ISBN 978-8898500-10-9)

Gian Carlo Serra, storico, e il mito di Austerlitz, in “Quaderni di Palazzo Serra”, 27 (2015) pp. 25-40 (ISSN: 1970-0571)

Confect mit Parmesan Käs“. Zur ersten deutschen „Übersetzung“ des Corbaccio, in: Ingrid Bennewitz (Hrsg.), Giovanni Boccaccio. Italienisch-deutscher Kulturtransfer von der frühen Neuzeit bis zur Gegenwart, Bamberg, University of Bamberg Press, 2015, pp. 77-102 (= Bamberger Interdisziplinäre Mittelalterstudien, Bd. 9) (ISBN 978-3-86309-380-8)

Libri contro: autori e romanzi contro Remarque, in: L'indicibile: Grande Guerra e letteratura. Ideazione e progetto scientifico di M. Bürger-Koftis, Genova 2015, pp. 245-257 (= Quaderni di Palazzo Serra, 28, 2015) (ISSN 1970-0571)

Besprechung: Alberto Martino, Le metamorfosi del picaro. La ricezione della picaresca nell'area di lingua tedesca (1555/1562-1753), Pisa-Roma, Fabrizio Serra, 2013, in “Daphnis”, 43 (2015), Hft. 1, pp. 283-297

 

2014

«O Dienst! O Schiff! O Sturm! O Schiffbruch an dem Land!». Nave e naufragio nei Trauerspiele di Gryphius e di Lohenstein, in I linguaggi del mare, a cura di Sandra Isetta, Genova, Erredi 2014, pp. 165-180 (= FuturAntico, vol. 9) (ISBN 978-88-95023-22.9) ISSN 1825-4098

Gli occhi di Ipazia. Kulturkampf e anacronismi nella Hypatia di Fritz Mauthner, in: Figure di Ipazia, a cura di G. Sertoli, Roma, Aracne 2014, pp. 81-101 (=Studi e testi di Palazzo Serra, 3) ISBN 978-88-548-7155-7

Un grande successo editoriale. Sulle traduzioni tedesche del Divortio celeste di Ferrante Pallavicino nel XVII secolo, in: Pensiero anticonformista e libertinismo erudito nel Seicento. Il crocevia genovese. A cura di A. Beniscelli, L. Magnani, A. Spiriti, Manziana (Roma), Vecchiarelli Editore, 2014, pp. 95-122

Ein domestizierter Machiavell. Zur Rolle der Übersetzung in der Aneignung und Adaptation ausländischer Texte am Beispiel der ersten deutschen Principe-Übersetzung, in: Die Bedeutung der Rezeptionsliteratur für Bildung und Kultur der Frühen Neuzeit (1400-1750) II. Beiträge zur zweiten Arbeitstagung in Haldensleben (Mai 2013). Hrsg. von A. Noe und H.-G. Roloff, Bern […], Peter Lang, 2014, pp. 195-228 = Jahrbuch für Internationale Germanistik, Reihe A. - Bd 116 (ISBN 978-3-0343-1466-4)

Le due prime traduzioni tedesche della Vita di Castruccio di Machiavelli, in „Culture del testo e del documento“, 15 , n. 44 (maggio-agosto 2014) pp. 73-107 (ISSN 1593-5698)

anche in: P. Innocenti, M. Rossi, Bibliografia delle edizioni di Nicolò Machiavelli: 1506-1914, vol. II: 1605-1700 istorico, comico e tragico, Firenze, Vecchiarelli, 2016, pp. 103-121 (ISBN: 88-8247-393-8)

Non era uno stupido nel guarire le ferite”. Da Galvano guaritore a Galvano chirurgo, in „Anthropos&Iatria“, XVIII (2014), n. 1, pp. 7-13

voce “Anti-Machiavel – Saggio sul Principe, nato dalla collaborazione tra Federico II di Prussia e Voltaire”, in: Machiavelli. Enciclopedia machiavelliana. Direttore scientifico: Gennaro Sasso. Condirettore scientifico: Giorgio Inglese, Roma, Istituto dell'Enciclopedia italiana fondato da G. Treccani, 2014, pp. 67-71 (ISBN 978-88-12-00520-8)

recensione a: Alberto Martino, Le metamorfosi del picaro. La ricezione della picaresca nell'area di lingua tedesca (1555/1562-1753), Pisa-Roma, Fabrizio Serra, 2013, in “La Rassegna della letteratura italiana” 118, N. 2 (luglio-dicembre 2014), pp. 620-623

 

2013

Vorwort: Benutzungshinweise zur Lektüre einer Übersetzung, in: Chr. A. von Lenz, Der Fürst des Nicola Machiavell (erste deutsche Übersetzung, 1692). Kritisch herausgegeben von Joachim Gerdes. Mit einem Vorwort von R. De Pol und einem Nachwort von Serena Spazzarini, Sandersdorf-Brehma, edition scriptum 2013, pp. 7-23 (ISBN 978-3-94064-20-2)

«Fede» nel Principe di Machiavelli e in alcune sue traduzioni tedesche della Prima Età moderna, in J. Gerdes (ed)., Lingua e Diritto. La Lingua della Legge, la Legge nella Lingua, Publifarum, n. 18, pubblicato il 13/03/2013, consultato il 14/03/2013 url: http://publifarum.farum.it/ezine_articles.php?id=241

Fußballspiel und Knüppelschläge: Zur Vermittlung der italienischen Kultur in der Leidener deutschen Übersetzung der Ragguagli di Parnaso von Boccalini. In: Mittlere deutsche Literatur und Italien. Beiträge zu Ehren von Emilio Bonfatti. Hrsg. von F. Masiero, Bern [usw], Lang, 2013, S. 205-227 (ISBN 978-3-0343-1407-7)

Quale Machiavelli? Su alcune traduzioni del Principe, in: Rileggendo Machiavelli. Idee e pratica politica attraverso paesi e secoli. A cura di Mark Youssim, Mosca 2013, pp. 111-126 (ISBN 978-5-94067-280-7)

Besprechung: Christiane Solte-Gresser, Spielräume des Alltags. Literarische Gestaltung von Alltäglichkeit in deutscher, französischer und italienischer Erzählprosa (1929-1949), Würzburg, Königstein und Neumann, 2010 ( = Saarbrücker Beiträge zur vergleichenden Literatur- und Kulturwissenschaft, Bd. 50) in “Jahrbuch für Internationale Germanistik”, 45 (2013), Hft. 1, S. 180-184

 

2012

Zu den deutschen Übersetzungen von Ferrante Pallavicinos Il Divortio celeste, in Die Bedeutung der Rezeptionsliteratur für Bildung und Kultur der Frühen Neuzeit (1400-1750). Beiträge zur ersten Arbeitstagung in Eisenstadt (März 2011) hrsg. von Alfred Noe und Hans-Gert Roloff, Bern […], Peter Lang 2012, pp. 343-366 (= Jahrbuch für Internationale Germanistik Reihe A – Band 109)

Überlegungen zum Töten im Krieg in literarischen Darstellungen vom Mittelalter bis zur Frühen Neuzeit, in Franciszek Grucza (Hrsg.), Aufgaben der Erforschung der Mittleren Deutschen Literatur bzw. der Kulturgeschichte der Frühen Neuzeit
Autofiktion. Neue Verfahren literarischer Selbstdarstellung. Klassische Moderne-Schwellen. Akten des XII. Internationalen Germanistenkongresses Warschau 2010
 Vielheit und Einheit der Germanistik weltweit, Frankfurt am Main, Berlin, Bern, Bruxelles, New York, Oxford, Wien, 2012, S. 67-70 (ISBN 978-3-631-63208-6) Reihe: Publikationen der Internationalen Vereinigung für Germanistik (IVG)- Band 8

Besprechung: A.E. Baldini, L'educazione di un principe luterano. Il Furschlag di J. Eberlin tra Erasmo, Lutero e la sconfitta dei contadini. Edizione critica […], Milano 2010, in “Jahrbuch für Internationale Germanistik”, XLIV (2012), Hft. 1, pp. 173-176

 

2010

Dall’archeologia all’impegno politico: Ebers e il romanzo storico tedesco, in “Anthropos&Iatria” XIII, fasc. 4 (2010), pp. 65-70

Text – Übersetzung – bildliche Übertragung: Zur Ikonographie der Lehre Machiavellis, in: C. Zwierlein, A. Meyer (Hrsg.), Machiavellismus in Deutschland. Chiffre von Kontingenz, Herrschaft und Empirismus in der Neuzeit, München, Oldenbourg, 2010, S. 179-189 (= Beihefte der Historischen Zeitschrift, 51)

The First Translations of Machiavelli’s Prince. From the Sixteenth to the First Half of the Nineteenth Century. Edited by R. De Pol, Amsterdam-New York, Rodopi, 2010, 329 pp.

Translation and Circulation: Introduction to a research project, in The First Translations, pp. 15-23

Una vacanza micidiale: la „morte“ a Venezia di Thomas Mann, in: Serena Spazzarini (a cura di), Studi di letteratura e linguistica dedicati a Anna Lucia Giavotto, Genova 2010, pp. 51-62 (= „Quaderni di Palazzo Serra“, XVIII)

 

2009

Joachim Christoph Nemeitz und sein “politisch” entworfenes Italienbild, in “Jahrbuch für Internationale Germanistik”, XL (2009), Heft 2, pp. 55-64

La fortuna dei generi classici 'tragedia' e 'commedia' nel teatro tedesco del Seicento, e I generi classici 'tragedia' e 'commedia' nel teatro di Dürrenmatt, in: Il lessico della classicità nella letteratura europea moderna, vol. I/2: La letteratura drammatica: la commedia, Roma: Istituto della Enciclopedia Italiana 2009, pp. 801-809 e 1041-1043

Messa in scena e “messa in sogno”: sul Prinz von Homburg di Heinrich von Kleist, in: P. A. Rossi, I. Li Vigni, E. Miconi (a cura di), Sulle ali del sogno, Milano-Udine: Mimesis 2009, pp. 247-257

Zum anonymen Übersetzer von Machiavellis Principe. Eine Ermittlung, in Marija Javor Briski, Mira Miladinovic Zalaznik, Stojan Bracic (Hrsg.), Sprache und Kultur durch das Prisma der Interkulturalität und Diachronizität. Festschrift für Anton Janko zum 70. Geburtstag, Ljubliana, Slovenke germanistične Študje, 2009, pp. 247-271

Sinfonia d’orrore. E.T.A. Hoffmann e la letteratura orrifica, “Quaderni di Palazzo Serra” XVII (2009), pp. 7-14 (ISSN 1970-0571)

Besprechung: Kultur der Kommunikation. Die europäische Gelehrtenrepublik im Zeitalter von Leibniz und Lessing. Hrsg. von U. J. Schneider. Wiesbaden: Hassarowitz 2005. S. 364 (= Wolfenbütteler Forschungen. Bd. 109), in “Jahrbuch für Internationale Germanistik”, XLI (2009), Hft. 1, pp. 168-172

 

2008

La fortuna dei generi classici ‘tragedia’ e ‘commedia’ nella letteratura tedesca dalle origini al 1600 e Il dialogo in area tedesca dalle origini al 1600, in: Il lessico della classicità nella letteratura europea moderna, vol. I/1: La letteratura drammatica. Tragedia e dialogo, Roma: Istituto della Enciclopedia Italiana 2008, pp. 153-164 e 435-438

Die ersten deutschen Übersetzungen von Machiavellis Principe, in: E. Bonfatti, H. Jaumann, M. Scattola (Hrsg.), Italien und Deutschland. Austauschbeziehungen in der gemeinsamen Gelehrtenkultur der frühen Neuzeit, Padova, Unipress 2008, pp. 315-336

 

2007

Io o lui”: l’uccisione del nemico in testi letterari tedeschi dal Medioevo all’età moderna, in.”Anthropos&Iatria”, XI, fasc. 2 (2007), pp. 88-96

Della sua propria colpa si lava col nostro sangue”: la sconfessione di consigliere ed esecutore nella tragedia slesiana, in: Libidine dei potenti e angoscia dei vinti. Drammaturgia della crisi alla fine del Rinascimento. Centro Studi sul teatro medievale e rinascimentale, XXX Convegno internazionale Roma 5-8 ottobre 2006. A cura di M. Chiabò – F. Doglio, Roma 2007, pp. 303-318

Abissi, profondità e superficie nella guerra sottomarina del secondo conflitto mondiale: Das Boot di L.-G. Buchheim, in: Da Ulisse a… Il viaggio negli abissi marini tra immaginazione e realtà. Atti del VI Convegno Internazionale (Imperia 76-7-8 ottobre 2005) a cura di G. Revelli, Pisa: ETS 2007, pp. 551-558

 

2006

Nicolai Machiavelli Lebens- und Regierungs-Maximen eines Fürsten (1714). Kritisch hrsg. von R. De Pol, Berlin: Weidler 2006 (= Translatio, Bd. 2), pp. 221

 

2005

Zur Funktion der Türkei in den Dramen Daniel Caspers von Lohenstein, in: Deutsche Kultur und Islam am Mittelmeer. Akten der Tagung Palermo, 13.-15. November 2003. Hrsg. von L. Auteri und M. Cottone, Göppingen: Kümmerle 2005, S. 175-185 (= Göppinger Arbeiten zur Germanistik, Nr. 725)

 

2004

Storie da marinai: l’oltremare meraviglioso nella letteratura tedesca medievale, in: Da Ulisse a… Il viaggio nelle terre d’oltremare. Atti del convegno internazionale (Imperia 9-10-11 ottobre 2003), a cura di G. Revelli, Pisa: ETS 2004, pp. 51-56

 

2003

Zur Rolle des Pilatus im Innsbrucker Osterspiel. Eine Frage der Vergangenheitsbewältigung?, in "Derek. judaica urbinatensia", 2003/1, pp. 73-83

Fortunatus, ossia della fatica di viaggiare per mare. appunti sul viaggio marittimo nella letteratura tedesca, in: Da Ulisse a... Il viaggio per mare nell'immaginario letterario ed artistico.Atti del Convegno Internazionale (Imperia 10-11-12 ottobre 2002), a cura di G. Revelli, Pisa: Edizioni ETS 2003, pp. 113-127

Lebens– und Regierungs-Maximen eines Fürsten. Die erste gedruckte deutsche Übersetzung des Principe, in “Daphnis”, 32 (2003) Hft. 3-4, pp. 559-610

 

2002

Vincentius Ladislaus ovvero "Tutte le qualità di un cortigiano sciocco", in: Satira e Beffa nelle Commedie Europee del Rinascimento. Roma 6-9 settembre 2001, a cura di M. Chiabò - F. Doglio, Roma: Edizioni Torre d'Orfeo 2002, pp. 237-250

Un forzato del viaggio: Saverio in 'Seelenarbeit' di Martin Walser, in: Da Ulysses a 2001: Odissea nello spazio. Il viaggio come motivo artistico nel XX secolo. Atti del Convegno Internazionale (Imperia 11-13 ottobre 2001), a cura di G. Revelli, Pisa: Edizioni ETS 2002, pp. 105-110

 

2000

J. Rist, Germania anelante la pace, a cura di R. De Pol. Traduzione di R. De Pol e M. Gobber, Tirrenia (Pisa): edizioni Del Cerro 2000 (= Eirenikon, 10)

Urjans "ungehiure".Überlegungen zur Sein-Schein-Problematik und zur Kalokagathie bei Wolfram, in "Prospero", VII (2000), pp. 53-64

 

1998

Il secondo Cinquecento da Lutero a Fischart, in: Storia della civiltà letteraria tedesca, diretta da M. Freschi, Torino: Utet 1998, vol. I, pp. 174-198

Il Seicento, in: Storia della civiltà letteraria tedesca, diretta da M. Freschi, Torino: Utet 1998, vol. I, pp. 199-277

La città come fucina e luogo scenico nel 'Fastnachtspiel' di Norimberga tra XVI e XVII secolo. Una ricognizione, in: Vita Cittadina nel Teatro fra Cinque e Seicento. Anagni 4-5-6 settembre 1998, a cura di M. Chiabò - F. Doglio, Roma: Edizioni Torre d'Orfeo 1999, pp. 229-238

 

1997

Il testo tradito. Su due traduzioni da E.T.A. Hoffmann, in "Bollettino dell'Istituto di Lingue Estere" (Facoltà di Economia, Univ. di Genova), n. 16 (1997), pp. 44-49

Condizionamenti storici e materiali della letteratura di guerra nella prima guerra mondiale, in: M. Bacigalupo, R. De Pol (a cura di), Grande Guerra e Letteratura, Genova: Tilgher 1997, pp. 11-36 (= Quaderni del DLLSM, 9)

Schöne "vâlandinne" und femme fatale. Von Kriemhilds Schönheit, in: N. Bachleitner, A. Noe und H-G. Roloff (Hrsgg), Beiträge zur Komparatistik und Sozialgeschichte der Literatur. Festschrift für Alberto Martino, Amsterdam/Atlanta: Rodopi 1997, pp. 423-444 (=Chloe, 26)

 

1996

Il Bello, il Brutto e il Cattivo: note su tipologia di eroe e antieroe in 'Die Asiatische Banise' di Ziegler, in La "Guirlande" di Cecilia. Studi in onore di Cecilia Rizza, Bari: Schena-Nizet 1996, pp. 431-440

Böse und häßlich: Bemerkungen zur Typologie des Gegenspielers in Heinrich Anshelm von Zieglers 'Asiatischer Banise', in "Juni. Magazin für Literatur & Politik", 24 (1996), pp. 111-121

 

1994

Hans Sachs' Neidhart mit dem feyel und die dramatisierte Neidhartlegende, in "Daphnis. Zeitschrift für mittlere deutsche Literatur", XXIII/4 (1994), pp. 665-674 [Germ 1995/2 p. 498]

Bella e infedele: su alcuni problemi di traduzione posti da testi tedeschi medievali, in "Cultura Tedesca", 2 (dicembre 1994), pp. 209-213

 

1993

Der aventiure meine. Proposte di approccio filologico a testi medievali, Genova: La Quercia 1993, pp. 239

Passi nel buio. Ricognizione sulla letteratura orrifica, in: AA.VV., Indiscrete presenze. Forme dell'orrore soprannaturale in letteratura, a cura di M.R. Cifarelli e R. De Pol, Alessandria: Dell'Orso 1993, pp. 7-36

Besprechung: A. Wichert, Literatur, Rhetorik und Jurisprudenz im 17. Jahrhundert. Daniel Casper von Lohenstein und sein Werk. Eine exemplari­sche Studie (Studien und Texte zur Sozialgeschichte der Literatur 32), Tübingen: Niemeyer 1991, in "IASL", XVIII (1993), pp. 219-225

 

1990

Cominciando dal nome: ipotesi su Neidhart von Reuental, in "Quaderni del Dipartimento di Lingue e Letterature Straniere Moderne" (Genova), III (1990), pp. 67-88

Der Teufel in Parnasso: Boccalinis 'Ragguagli' in der deutschen Literatur des 17. Jahrhunderts, in: Beiträge zur Aufnahme der italienischen und spanischen Literatur in Deutschland im 16. und 17. Jahrhundert, hrsg. von A. Martino, Amsterdam: Rodopi 1990, pp. 109-131 (= Chloe, Bd. 9)

recensione: A. Kerdelhué, Lohengrin. Analyse interne et étude critique des sources du poème moyen-haut-allemand de la fin du 13ème siècle, Göppingen: Kümmerle 1986 (GAG 444), in: "L'immagine riflessa", XIII (1990), pp. 245-253

 

1989

Alle soglie della rivoluzione. Schiller e la politica, Genova: La Quercia 1989, pp. 151

1988

I 'Ragguagli di Parnaso' di Boccalini in Germania nel XVII secolo, in "Studi di Filologia e Letteratura Italiana. (Istituto di Letteratura Italiana, Università di Genova)", VII (1988), pp. 29-53

La finzione scatenata. Considerazioni su 'Die Elixiere des Teufels' di Hoffmann, in: AA.VV., Realtà sociale e gioco letterario nella letteratura tedesca, vol. II: Ottocento e Novecento, Genova: La Quercia 1988, pp. 7-30

L'enciclopedia romanzesca. In margine a un recente volume sul 'Simplicissimus' di Grimmelshausen, in "L'immagine riflessa", XI (1988), pp. 129-146

recensione a: R. Grimm, J. Hermand (Eds), Our Faust? Roots and Ramifications of a Modern German Myth, Madison: 1987 in "L'immagine riflessa", XI (1988), pp. 176-180

 

1987

Alle origini del dispotismo: il 'Geisterseher' di Schiller come 'specchio' di un'educazione machiavellica, in: AA.VV., La narrazione: temi e tecniche dal Medioevo ai nostri giorni, Abano Terme: Piovan 1987, pp. 55-85 (= "Quaderni del Dipartimento di Lingue e Letterature Straniere Moderne", Università di Genova, I)

A proposito di alcune rappresentazioni tedesche dei secoli XIV e XV: L' 'Innsbrucker Osterspiel' e la parola del potere, in "Quaderni del Dipartimento di Lingue e Letterature Straniere Moderne" (Genova), II (1987), pp. 9-33

L'ambiguo eroe: 'Sterbender Cato' di Gottsched come tragedia asso­lutistica, in "L'immagine riflessa", X (1987), pp. 235-254

 

1986

Violetta rapita e moglie sorda: Hans Sachs e la leggenda di Neidhart, in "L'immagine riflessa", IX (1986), pp. 295-309

 

1985

Fedeltà e istituto vassallatico. Sulla redazione C del 'Nibelungenlied', in "L'immagine riflessa", VIII (1985), pp. 211-264

 

1984

Schiller o la tentazione della politica: dai 'Räuber' al 'Dom Karlos', Pisa: Tipografia editrice pisana 1984, pp. 57+XXVI

 

1983

Sul triplice senso del 'Wunderbarliches Vogel=Nest' di Grimmelshausen, in "AION. Studi tedeschi", XXVI,1 (1983), pp. 93-112

Imago Principis. Ruoli e maschere teatrali del sovrano nel teatro barocco tedesco, Genova: La Quercia 1983, pp. 222

Il dotto e lo 'specchio magico': riflessi deterrenti e autoconsapevolezza dell'intellettuale nella commedia tedesca del XVII secolo, in: AA.VV., Realtà sociale e gioco letterario nella letteratura tedesca, vol. I: Seicento e Settecento, Pisa: Giardini 1983, pp. 59-95

recensione a: G. Sichel, Per una storia della letteratura tedesca. Saggi, note, conferenze, a cura di M. Ingenmey e N. Pasero, prefazione di C. Cases, Pisa: Giardini 1983, in "L'immagine riflessa", VI (1983), pp. 302-306

 

1982

"Verführter Furst". Consigliere, intrigante e ragion di stato sulle scene tedesche del Seicento, in "L'immagine riflessa", V (1982), pp. 89-128

 

1980

Ridiculus Princeps. Il fantoccio incoronato nella commedia tedesca del '600, in "L'immagine riflessa", IV (1980), pp. 297-324

 

1979

'Miles' e Capitano: il problema del soldato e della guerra nella commedia tedesca del '600, in "L'immagine riflessa", III (1979), pp. 287-320

 

1978

Il 'nemico dei contadini': Neidhart sulla scena, in "L'immagine riflessa", II (1978), pp. 353-384